Pellegrinaggio alle Antiche Pievi



la Valle de Tidone è interessata dalla presenza di numerose Antiche Pievi risalenti a prima del mille.

Alcune preservano ancora parti costruttive che testimoniano l'antica epoca di costruzione, altre rimodellate nel corso dei secoli custodiscono preziosi tesori culturali ed artistici.

Dati del percorso

  • Distanza: 24,1 km

  • Durata: 5 ore

  • Velocità media: 4,9 km/h

  • Altezza minima: 231 m

  • Altezza massima: 706 m

  • Salita accumulata: 678 m

  • Discesa accumulata: 684 m

Il percorso inizia dal sagrato della Chiesa di Trevozzo dedicata a Santa Maria Assunta, la chiesa con facciata e corpo di fabbrica settecentesco (l'attuale chiesa fu ricostruita e inaugurata nel 1705) un tempo fu Antica Pieve Plebana Collegiata chiamata Santa Maria di Campagnola con diritti su numerose chiese inferiori soggette. (già descritta in un documento del 816).

Nella Chiesa, oltre a numerose opere pittoriche è custodito il prezioso Organo settecentesco proveniente nel 1912 da Busseto, organo sul quale il Grande Maestro Giuseppe Verdi iniziò la sua grandiosa carriera musicale.

Dalla provinciale per Tassara si raggiunge la località di Carreggio dove salendo a sinistra si imbocca il sentiero CAI attraverso il quale si raggiunge, percorrendo una spettacolare salita, il Santuario di Santa Maria del Monte.

Il "Monte" è quel cucuzzolo con cui termina a 625 metri slm l'alta collina della sponda sinistra del Tidone, costituendo un avamposto della catena Appeninica che si protende sull'ampia distesa della Pianura Padana, visibile dal suo culmine a perdita d'occhio.

Il fascino della "Madonna del Monte" è vecchio di secoli; si torna sempre volentieri per una specie di attrazione innata, si torna volentieri per il panorama, per la gente, ma soprattutto si torna sempre volentieri per l'atmosfera che al Monte si respira e che il Monte infonde.

Carousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel image